Il pH è un valore che permette di capire se un composto è acido, neutro o basico.

Il film idro-acido-lipidico che ricopre la nostra pelle, e che contribuisce a mantenerla in equilibrio, ha valori di pH compresi tra 4.5 e 6,5..

Quando prepariamo cosmetici in casa dobbiamo controllare i loro valori ed eventualmente correggerli con l'aggiunta di piccole % di sostanze acide o basiche.

Non è necessario farlo per tutti i preparati, ma solo per quelli in cui sono disperse o solubilizzate in acqua  le sostanze attive, pertanto non  si misura il pH dei preparati a base oleosa e delle polveri.. Il sistema più comodo e rapido è l'uso delle cartine tornasole appoggiandole direttamente  su una piccola porzione del cosmetico, ma si tratta di misurazioni imprecise. Conoscere il pH è essenziale  sopratutto quando si lavora con  sostanze che a contatto con valori di pH sbagliati  possono perdere la loro efficacia (conservanti), alterare la formula (emulsionanti)  o peggio,  trasformarsi in irritanti pericolosi. (attivi)

  

valori di pH

Le soluzioni acquose sono definite acide o basiche in base alla concentrazione di ioni di  idrogeno(H+) e ioni di  idrossido (OH-) che contengono

Per comodità si utilizza il logaritmo ph (potenziale di idrogeno presente in una soluzione acquosa) e la  scala del pH va da 0 a 14.

  

  0 - 6,9  sono soluzioni acide, perchè  contengono  più ioni H+ che ioni 0H- 

        7        (acqua) neutra perchè contiene ugual numero di ioni idrogeno e                          ioni   idrossido

  7,1 - 14   sono soluzioni basiche, perchè contengono + ioni di OH- che ioni di H+ 

                                           pH epicutaneo

le secrezioni cutanee, specie quelle sudorali (contenenti acido lattico) creano sulla superficie epidermica un ambiente lievemente acido pH 4,5 - 6,5.

In alcune zone mal aerate come ascelle, inguine e piedi, l'attività microbica produce ammoniaca, che può elevate il pH epicutaneo a livelli alcalini.

                                         pH isoepidermico

è il valore pH di un cosmetico, ma non  l'unico parametro con cui si dovrebbe valutare  la sua bontà, come purtroppo accade.

Il pH 5.5 e 7 sono valori frutto di un indottrinamento pubblicitario, se consideriamo che:

1) la scelta di un cosmetico basato sul controllo degli ingredienti  non deve mai essere subordinato alla scelta del pH

2) molti fattori determinano l'acidità della nostra pelle e dunque non tutti abbiamo lo stesso pH

3) il pH varia non solo da persona a persona ma anche a seconda della zona del corpo, in base all'età, al sesso e al nostro patrimonio genetico

4) la pelle è in grado di rimettere a posto il pH in breve tempo (capacità tampone)

                             Valori generali di pH isoepidermico

Creme e lozioni per viso e corpo    pH tra il 5 e il 6.5

Tonici per il viso                        pH tra il 4.5 e il 5.5

Latte e lozioni detergenti             pH tra il 6 e il 7

Shampoo per capelli                   pH tra il 4.5 e il 6

Balsami e prodotti per capelli     pH tra il 3.5 e il 5

Detergenti per il corpo                pH tra il 4.5 e il 6.5

Detergenti intimi                      pH  tra il 3.5 e il 5.5

Saponi                                    pH tra l'8 e il 10.5

                                        pH isooculare

i prodotti cosmetici destinati alla zona perioculare o gli shampoo per bambini vengono di solito formulati pH isooculare, compreso cioè tra 7 e 7.3 al fine di evitare possibili irritazioni nel caso finiscano nell'occhio. Anche se va ricordato che non basta un pH isooculare per evitare reazioni irritative agli occhi.