top of page
  • Immagine del redattorePaola, La Casuarina

Ah...Ah...Abbronzatissima...

Il Segreto di un Buon Solare: Passione, Qualità e Fiducia



Ognuno di noi, nel corso degli anni, ha sperimentato gli effetti del sole sulla propria pelle, sia positivi che negativi. Dalla piacevole sensazione di calore che ci scalda e ci fa sentire belli e in salute, alla fastidiosa scottatura o agli inestetismi che possono insorgere.


Con l'esperienza, abbiamo imparato l'importanza di prendersi cura di noi stessi e della nostra pelle, soprattutto durante le vacanze quando ci affidiamo ai solari per proteggerci dai danni del sole.


Ma cosa rende davvero "buono" un solare?

Questa è una domanda complessa, soprattutto per chi non è esperto in materia e non conosce il processo di produzione di questi prodotti. Vediamo quindi cosa avviene dietro le quinte!


Prima di arrivare alla formulazione e alla forma finale, il processo di creazione di un prodotto solare richiede molto studio, prove e test di laboratorio, nonché un'efficace collaborazione tra diversi reparti aziendali: Ricerca e Sviluppo, Regolatorio, Assicurazione Qualità, Controllo Qualità, Supply Chain e Marketing.

L'obiettivo è individuare le caratteristiche, le materie prime, le specifiche, i materiali di confezionamento e la migliore forma del prodotto da lanciare sul mercato. Questo prodotto deve essere innovativo, ma soprattutto efficace e sicuro per gli utenti, rispettando le normative di legge.


Il percorso verso la realizzazione del solare non si ferma qui. Una volta definite tutte le caratteristiche e superate le valutazioni di fattibilità, i test di laboratorio e la scelta delle materie prime, si passa alla produzione su larga scala. In questo momento, è cruciale disporre di un sito di produzione adeguato, con attrezzature e ambienti che rispettino le norme di buona fabbricazione.


Queste linee guida assicurano che i produttori europei di cosmetici producano, controllino, conservino e forniscano i loro prodotti nel rispetto degli standard di qualità.


Materie prime e fornitori

Tra le molte attività necessarie per garantire la qualità e la sicurezza del prodotto, c'è una fase particolarmente importante ma spesso poco conosciuta ai consumatori: il rapporto tra il fabbricante del prodotto cosmetico e i fornitori di materie prime e materiali di confezionamento. Questo rapporto si basa sulla fiducia, che deve essere costruita, documentata, misurata e condivisa tra le parti coinvolte.


La fiducia non è più solo una stretta di mano, ma viene regolamentata attraverso contratti e capitolati specifici che descrivono gli accordi commerciali e le specifiche tecniche legate alla qualità del prodotto. La merce acquistata viene attentamente controllata al momento del ricevimento, sia per la quantità che per la qualità, e i test necessari vengono effettuati per garantire la conformità del prodotto.


Immaginiamo una situazione in cui una materia prima critica per la produzione del solare non risulta conforme ai controlli di qualità. In questo caso, il fornitore viene coinvolto nell'indagine e deve assumersi la responsabilità della non conformità. La gestione delle non conformità tra fabbricante e fornitore è un aspetto delicato, pertanto un chiaro rapporto fin da subito tra le parti è essenziale per affrontare eventuali problematiche in modo efficace.


Quindi, per rispondere alla domanda su cosa contraddistingua un buon solare, possiamo affermare che un prodotto solare è "buono" se è stato progettato con competenza, realizzato con materie prime di qualità certificata, prodotto in ambienti e con attrezzature conformi alle norme di buona fabbricazione, e sottoposto a

rigorosi controlli chimico-fisici e microbiologici.


Ci vuole passione

Deve essere confezionato con materiali adatti che non alterino la sua qualità, deve riportare tutte le informazioni obbligatorie sull'etichetta, essere sicuro per l'utente e

rispettoso dell'ambiente. Infine, un elemento fondamentale, sebbene non regolamentato, è la passione con cui il prodotto è stato realizzato, una passione che rende il prodotto speciale e unico.


In conclusione, dietro un buon solare c'è un lungo percorso di studio, progettazione, produzione e controllo di qualità, in cui il rapporto di fiducia tra fabbricante e fornitori è essenziale. Quando acquistiamo un prodotto cosmetico, spesso non conosciamo tutti i dettagli che ci sono dietro, ma possiamo essere certi che un prodotto ben realizzato e sicuro è il frutto dell'impegno e della passione di molte persone che lavorano insieme per offrirci il meglio.



tratto da: Prodotti solari: il dietro le quinte tra qualità, competenza e passione

C.Ruzza - Esperto in Assicurazione Qualità Cosmetico, Farmaceutico e Persona Responsabile del rispetto della normativa per i Dispositivi Medici e Membro del Comitato Scientifico di Cosmetic Technology

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page